in collaborazione con:

Vai al Meeting più recente

Questo è il sito dedicato al 14° Meeting Nazionale ACEF svoltosi nel 2014.


Il Meeting più recente lo trovi su http://meeting.economiaefinanza.org


 

 

Come mi vedi?

Ritratto di Giacomo Barbieri
come mi vedi

La riflessione di fondo del Meeting Nazionale ACEF 2013 nasce dal tentativo di rispondere a questa banale domanda: come mi vedi?

A chiederselo sono i vari attori dell'economia, imprenditori, professionisti, funzionari della pubblica amministrazione, docenti. In una fase storica nella quale è più facile cercare di attribuire colpe all'esterno del proprio contesto di riferimento piuttosto che fare una serena autocritica e ripartire con rinnovata energia, ogni categoria sente su di sé il peso del (pre)giudizio altrui.

C'è chi, come i dottori commercialisti, ha impostato una intera campagna pubblicitaria sul leit motiv "Utili al Paese", per tentare di spiegare ai propri interlocutori quale sia il ruolo dei commercialisti nel sistema economico e quale sia l'impegno che questa categoria è disposta ad assumersi nei confronti della collettività. Ma è stato un messaggio sufficiente per mutare la percezione che gli "altri" hanno dei commercialisti? O servirebbe qualcosa di diverso? E cosa di preciso?

I protagonisti di questo ideale dialogo saranno dunque avvocati, commercialisti, imprenditori e istituzioni. Ognuno avrà l'onere di spiegare alle altre categorie, in maniera molto schietta e diretta, come percepisce ognuna di esse e su quali motivazioni. Questo gioco di incroci sarà il punto di partenza per consentire di vedersi con gli occhi degli altri, e di capire cosa si vorrebbe cambiare.

Dopo la presa di coscienza iniziale si cercherà di passare alla fase propositiva. Come a dire: "Mi vedi così? Adesso che lo so, lascia che ti spieghi come sono davvero."

L'obiettivo, ambizioso, è offrire ad ogni categoria interessata al confronto lo spazio e gli strumenti necessari a riallineare sostanza e percezione, per costruire un rinnovato contesto economico e sociale nel quale si possa collaborare "insieme per la ripresa".

Solo con il rispetto reciproco, la profonda comprensione del ruolo di ciascuno e l'impegno di tutti verso un obiettivo condiviso si potrà trovare fiducia e costruire il futuro del nostro Paese.

Commenti

Aggiungi un commento

In collaborazione con il progetto por-fesr er